Come Funziona Telegram – Guida

Continua la crescita di utenti che hanno deciso di utilizzare Telegram al posto del noto Whatsapp come servizio di messaggistica per cellulare. Scoperto dai più nel 2014 come servizio alternativo a Whatsapp, quando Facebook decise di acquistare il servizio e si verificò il blocco che lasciò senza servizio milioni di utenti in tutto il mondo, Telegram si può in tutto e per tutto definire come una perfetta alternativa a Whatsapp.

Ci permettiamo di dire di più, non è solamente un’alternativa, ma una vera e propria evoluzione di Whatsapp se consideriamo il fatto che moltissime funzionalità sono più evolute su Telegram che su Whatsapp.

come funziona telegram online

Guardiamo per esempio l’invio di filmati e video, su Whatsapp il limite massimo è di 16MB e non vi è modo di superare tale limite se non ricorrendo a trucchi che però complicano l’utilizzo agli utentidi questo servizio. Su Telegram invece questo problema non sussiste, il limite è molto più alto. Su Telegram infatti il limite per l’invio di video è 64 volte più alto che su Whatsapp, pari esattamente a 1024MB, ovvero 1GB. Questo significa poter inviare un intero video di grandi dimensioni, oppure centinaia di file audio, e tutte in un solo invio.

Telegram è  inoltre una piattaforma aperta, e disponibile per qualsiasi piattaforma, non solo Android, iPhone e Windows Phone, ma anche Blackberry, Linux e in genere qualsiasi altro supporto visto che le API Key sono pubbliche e dunque un qualsiasi programmatore può semplicemente mettersi a sviluppare un’interfaccia.

Dunque niente limiti alla condivisione di file, video e contenuti vari, accesso da qualunque piattaforma e molto altro. Con Telegram potete inviare messaggi Snapchat, messaggi che si autodistruggono  trascorso un determinato tempo dalla lettura, che impostate a piacimento. Si tratta di una funzionalità molto utile per la privacy.

Bisogna poi ricordare che è gratis a differenza di Whatsapp, che è gratuito solamente per il primo anno di utilizzo, dopo di che si deve pagare una piccola licenza di circa un euro. Certo non molto ma sempre si deve pagare e sempre si devono fornire i dati della propria carta di credito. Su Telegram nulla di tutto questo, l’applicazione è e sarà sempre gratuita e la tutela della vostra privacy è la prima delle preoccupazioni di Telegram tanto che ogni anno mette in palio centinaia di migliaia di dollari in premi a hacker che sappiano violare i sistemi in modo da scoprire eventuali falle nel sistema e porvi rimedio.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

« Articolo Precedente

Articolo Successivo »