Programmi per Backup per Linux

In passato abbiamo segnalato le migliori applicazioni per eseguire il backup completo su Android, in questa guida proponiamo invece una lista di programmi per il backup su Linux.

Salvare i dati contenuti nel proprio computer permette di mettersi al riparo da qualsiasi danno potesse subire la nostra macchina, tuttavia non è necessario cambiare le proprie abitudini di utilizzo del pc per effettuare dei backup in modo costante e regolare nel tempo.

Sono disponibili diversi programmi che ci aiutano a eseguire tutte le operazioni di backup in modo automatico, quelli che segnaliamo sono particolarmente utili su un desktop, permettono infatti di archiviare in modo semplice i dati personali presenti nella cartella home.

Déjà Dup è uno strumento che ci consente di effettuare backup per Linux in modo sicuro e veloce. Sicuro poiché otterremo degli archivi criptati salvati in automatico in server locale o remoto, veloce perché simulando una attività effettua il backup solamente dei file che sono stati modificati, lasciando inalterati gli altri. Per effettuare tutto questo, il programma si appoggia a Duplicity,  che a sua volta utilizza sia Librsync, per i backup incrementali, che GnuPG, per la cifratura degli archivi. Questi non saranno auto estraibili ma sarà necessario utilizzare Déjà Dup per recuperare i dati conservati o comunque un altro programma backup basato su Duplicity. Tra i vantaggi di questo programma troviamo dunque le garanzie in termini di sicurezza e la facoltà di salvare i dati anche su server remoto, cloud compreso, cui si aggiungono le molte funzioni come la possibilità di programmare il backup a orari determinati e un’ottima integrazione in GNOME.

backup linux

LuckyBackup è un’applicazione per il backup basata su rsync e cron. Come Déjà Dup,  consente di effettuare il backup su server remoto, anche se non possiede le funzionalità di crittografia che possedeva il precedente programma. Più che di un software a se stante si tratta di un’interfaccia che consente di inserire comandi su rsync e cron senza passare per le vere e proprie righe di comando, rendendo quindi intuitive operazioni che non hanno nulla di difficile in ma possono essere user friendly. Grazie a LuckyBackup infatti effettuare il backup diventa semplice tanto quanto spuntare alcune opzioni. Grazie a cron poi possiamo pianificare i backup dimenticandoci praticamente dell’esistenza di questo programma. Potremo creare vari profili, ovvero vari gruppi di azioni da eseguire secondo la pianificazione che imposteremo.

programmi per backup linux

Grsync è un’interfaccia grafica per rsync. Permette di effettuare la sincronizzazione delle directory locali e di effettuare il backup su un server remoto. Le funzionalità sono simili a quelle di Lucky Backup, visto che i programmi si basano su rsync, ma questa applicazione permette una maggiore personalizzazione delle opzioni e quindi risulta essere una soluzione particolarmente interessante per gli utenti più esperti.

linux backup

FlyBack è un programma backup per Linux che si inspira a Time Machine di Apple, basandosi su GIT è in grado di creare dei backup incrementali tra i quali è possibile navigare grazie a una interfaccia utente simile a un file manager. Con FlyBack dunque sarà creato un file system visualizzabile anche in sequenza cronologica con possibilità quindi di vedere, andando avanti o indietro nel tempo,quali file vi erano in passato e quali sono stati poi modificati e cancellati. Per ogni file, nel singolo momento temporale, si può visualizzare un’anteprima al fine di decidere se ripristinarlo o meno. Questo programma per il backup per Linux però presenta due problemi, non effettua il backup di file di grandi dimensioni e non riceve aggiornamenti da molto tempo.

programmi backup per linux

Simile a FlyBack, perlomeno a livello concettuale, è Back In Time. Funziona infatti come l’applicazione segnalata in precedenza, ma, a differenza di questa, è semplicemente una GUI, ovvero una interfaccia utente, che permette di gestire rsync, che si occupa delle funzioni di snapshot e ripristino, diff, che si occupa di controllare le modifiche intervenute nel sistema, e cp, che effettua hardlinks. Risulta essere più limitato rispetto a FlyBack visto che effettua uno snapshot dell’intero sistema ogni volta che qualcosa cambia e questo comporta un certo consumo di memoria. L’uso di hard link limita questo consumo visto che i file invariati tra gli snapshot non vengono salvati nuovamente. Il programma non supporta la crittografia e la compressione dei file.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.