Programmi per Recuperare File Cancellati

Oggi proponiamo un lista dei migliori programmi per recuperare file cancellati.

Sicuramente vi sarà capitato, magari senza pensarci, di cancellare alcuni file, svuotare il cestino e così eliminare irrimediabilmente dei dati che non volevate assolutamente perdere, ebbene non disperiamo, se interverremo immediatamente potremo ancora recuperare tutti o la gran parte dei dati eliminati.

Bisogna sapere infatti che quando cancelliamo un file questo non viene realmente distrutto ma viene solamente cancellato dalla memoria del computer il percorso per giungere a quel determinato file sull’hard disk e reso disponibile lo spazio che questo occupa in modo che possa essere sovrascritto. Tuttavia, fino a quando un nuovo file non andrà a sovrascrivere quello stesso spazio occupato dal vecchio file, i dati sono recuperabili.

Per questo bisogna intervenire subito, chiudendo tutti i programmi aperti per evitare che utilizzino spazio su disco andando a sovrascrivere i file cancellati, e utilizzando un programma per recuperare dati avviandolo,  senza installarlo, da un disco differente rispetto a quello nel quale sono contenuti i dati da recuperare.

Iniziamo dunque a trattare i vari programmi per il ripristino dati partendo da Adrc recovery,un software che gira su sistemi Windows.  Si tratta di un’applicazione dall’interfaccia piuttosto semplice, non richiede l’installazione sul pc e può essere avviato anche da memoria USB o scheda SD. Per recuperare i file è sufficiente cliccare sul bottone Search dopo avere selezionato l’unità disco sulla quale effettuare il recupero dati. Il software indicherà tutti i file recuperabili. Tra i contro il fatto che non indica alcuna stima di quanto tempo sia necessario per effettuare il recupero dati e non avvisa al termine del recupero stesso.

Created with The GIMP

Avira, nota per il famoso antivirus gratuito, offre anche un programma per il recupero dati gratuito denominato Avira UnErase Personal disponibile per piattaforme Windows 2000, XP e Vista. Risulta essere uno dei software più semplici da utilizzare, basta selezionare il disco con i file da recuperare e cliccare su Ok. Al termine della scansione, vicino a ogni file viene mostrato anche lo stato di conservazione dello stesso in termini percentuali, informandoci pertanto sulla possibilità in recuperarlo di tutto o in parte.

programmi per ripristino dati

A seguire un altro programma per recuperare dati che gira su Windows e non richiede l’installazione, si tratta di DataRecovery TOKIWA. Rispetto ai precedenti permette di effettuare due tipi di scansione, una veloce e una completa. Come contro non presenta alcuna statistica sull’integrità dei file da recuperare.

recupero dati

Easus delete file recovery è disponibile per sistemi operativi Windows 2000, 2003, XP e Vista. Possiede una grafica curata e in fase di recupero dati indica sia il tempo trascorso che il tempo stimato per terminare l’operazione di recupero. Come il precedente non mostra alcun dato sulla integrità dei fileda recuperare.

ripristino dati

FreeUndelete invece necessita di installazione sul computer per essere utilizzato, è dunque necessario averlo già installato in via preventiva per usarlo senza rischi. Gira su sistemi operativi Windows 2000, 2003, XP e Vista. Indica lo stato di conservazione dei file anche se li vedrà come contenuti in cartelle denominate con nomi strani, diversi dagli originali, e che dovremo rinominare obbligatoriamente per effettuare il recupero.

Come il precedente, anche Glary Undelete necessita di installazione e gira sui medesimi sistemi operativi, con l’esclusione di Windows 2000. Rispetto al precedente fornisce informazioni sulla cartella di origine del file da recuperare aiutandoci così nelle operazioni di recupero.

Pandora recovery, disponibile per Windows 2000, 2003, XP e Vista, è decisamente più complesso da utilizzare. A favore una capacità di scansione del disco super veloce ma poco intuitivo e macchinoso anche nella consegna dei file recuperati che vengono immagazzinati in tante cartelle dai nomi strani.

Disponibile in italiano è PC Inspector. Si tratta di uno tra i più storici programmi per recupero file sul mercato, è supportato dalle piattaforme Windows 98, Me, NT, 2000 e XP. L’interfaccia non é molto semplice e necessita di installazione su disco per essere utilizzato.

Tra i migliori che abbiamo provato, disponibile in italiano e con indicazione dello stato di conservazione dei file da recuperare grazie a una scala di colori è Recover File. Si tratta di un programma che non richiede installazione e dispone di una funzione di scansione particolarmente veloce. Gira su Windows 9x, NT, Me, 2000, 2003, XP e Vista.

Ancora più completo è Recuva,che alle funzioni di Recover File sopra indicate unisce la facoltà di ricercare i file cancellati indicando la cartella di origine o il tipo di file in modo da rendere più semplice la funzione di ricerca. In questo caso le piattaforme supportate sono Windows 98, 2000, 2003, XP e Vista.

Restoration presenta invece una grafica poco moderna ma soprattutto una funzione di recupero molto lenta. Non indica la percentuale di integrità dei file da recuperare. Gioca a suo favore il fatto di non richiedere installazione. I sistemi operativi supportati da questo software sono Windows 9x, Me, NT, 2000 e XP.

Infine simili a Restoration sono anche SoftPerfect File Recovery e Undelete Plus, entrambi programmi per recuperare dati che girano su Windows 9x, Me, NT, 2000, 2003, XP e Vista. SoftPerfect File Recovery inoltre funziona anche su Windows 2008.

I programmi per recuperare file cancellati sono quindi numerosi, segnalateci i vostri preferiti.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.