Prompt dei Comandi di Windows – Come Aprirlo e Come Utilizzarlo

Il prompt dei comandi è una funzionalità importante di Windows, oggi spieghiamo come aprirlo e come utilizzarlo.

Il prompt dei comandi permette infatti di digitare comandi tramite i quali eseguire attività sul computer senza utilizzare il mouse.

prompt dei comandi di windows

Come Aprire il Prompt dei Comandi in Windows

Aprire il prompt dei comandi è molto semplice.
Per aprire il prompt dei comandi in Windows 7 e Windows Vista bisogna eseguire le seguenti operazioni.
-Cliccare Start.
-Accedere a Programmi e poi Accessori.
-Cliccare su Prompt dei comandi.
-Inserire la password di amministratore se richiesto.
In alternativa è possibile cliccare Start, digitare cmd nel modulo di ricerca e premere Invio.

Per aprire il prompt dei comandi in Windows 8 bisogna eseguire le seguenti operazioni.
-Portare il mouse sull’angolo in alto a destra dello schermo e cliccare Cerca.
-Digitare cmd nella casella di ricerca e cliccare su Prompt dei comandi.

Bisogna segnalare che aprire il prompt dei comandi come utente standard è diverso che farlo accedendo come amministratore.
Alcuni comandi possono infatti essere eseguiti solo accedendo come amministratore.

Per eseguire il prompt dei comandi come amministratore in Windows 7 e Windows Vista bisogna eseguire la seguente procedura.
-Cliccare Start.
-Digitare cmd nel modulo di ricerca.
-Cliccare con il tasto destro su cmd nei risultati e selezionare Esegui come amministratore dal menu.
-Inserire la password se viene richiesta.

Per eseguire il prompt dei comandi come amministratore in Windows 8 bisogna eseguire la seguente procedura.
-Portare il mouse sull’angolo in alto a destra dello schermo e cliccare Cerca.
-Digitare cmd nella casella di ricerca.
-Cliccare con il tasto destro su Prompt dei comandi.
-Selezionare Esegui come amministratore dal menu.

Come Utilizzare il Prompt dei Comandi di Windows

Il prompt dei comandi viene visualizzato all’interno di una finestra.
In questa finestra è possibile digitare i vari comandi messi a disposizione.

Per visualizzare un elenco dei comandi disponibili, è possibile digitare help e premere invio.
Per ottenere maggiori informazioni sui vari comandi, è possibile digitare help Nomecomando, dove Nomecomando indica il comando del quale si vogliono maggiori dettagli.

Vediamo alcuni dei comandi più utili che è possibile eseguire.
attrib – Permette di vedere o modificare gli attributi dei file
backup – Crea una copia di backup di uno o più file.
break – Abilita o disabilita l’interruzione o l’esecuzione fornita da CTRL C e CTRL BREAK
cd – Permette di accedere alla cartella specificata.
chkdsk – Analizza il contenuto del disco e visualizza una relazione sul suo stato
cls – Cancella il contenuto della schermata.
cmd – Avvia un nuovo prompt dei comandi
color – Offre la possibilità di cambiare il colore dello sfondo e del testo
comp – Confronta il contenuto di due o più file e ne mostra le differenze
copy – Copia uno o più file in un’altra posizione
date – Visualizza e permette di aggiornare la data
defrag – Riorganizza i file in un disco rigido per ottimizzarne l’uso
del – Elimmina uno o più file
deltree – Cancella una directory e tutti i file e le sottodirectory contenuti.
dir – Visualizza il contenuto di una directory.
edit – Avvia un edito per creare o modificare i file di testo.
edlin – Avvia un editor di righe di testo.
exit – Permette di uscire dal prompt dei comandi.
fc – confronta il contenuto di due file.
fdisk – Configura un disco rigido creando le partizioni.
find – Ricerca una sequenza di caratteri all’interno di uno o più file.
format – Formatta un disco per l’utilizzo.
help – Visualizza la guida di MS-DOS. ATTENZIONE: la guida è troppo lunga per essere visualizzata in una sola schermata, quindi per visualizzarla schermata per schermata digitare “help|more” (il simbolo “|” è il tasto alla sinistra tasto uno (1) altrimenti tenere premuto tasto “alt” e scrivere “124” che corrisponde al simbolo “|” e scrivere “more”
hexdump – Mostra in formato esadecimale il contenuto di un file, byte per byte
hostname – Nome dell’host dal quale si lancia il comando
ipconfig – visualizza ip attuale del computer.
keyb – Configura la tastiera per la lingua specificata
label – Crea, modifica o elimina l’etichetta di volume di un disco
md – Crea una directory sul computer.
mem – Visualizza la quantità della memoria usata e quella libera del sistema
more – Permette la visualizzazione di informazioni che per la loro grandezza devono essere visualizzate con più schermate alla volta.
move – Sposta uno o più file in un’altra posizione
path – Visualizza o imposta un percorso di ricerca per file eseguibili.
print – Stampa un file di testo.
rd – Cancella una directory
recover – Recupera un file o un intero disco con settori danneggiati
ren – Rinomina uno o più file
replace – Sostituisce i file
rmdir – Rimuove una sottodirectory vuota
sort – Ordina i dati alfabeticamente, in un senso o nell’altro
time – Visualizza e consente di modificare l’ora
tree – Visualizza tutte le directory ed i percorsi del drive specificato
type – Visualizza il contenuto di un file di testo
undelete – Ripristina i file cancellati precedentemente con il comando del
unformat – Ripristina i dati di un disco cancellati con il comando format
vol – Visualizza l’etichetta e il numero di serie di volume del disco
xcopy – Copia i file e la struttura delle directory.

Il prompt dei comandi è quindi uno strumento molto importante.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.