Test Porte Aperte – Come Verificare le Porte Aperte sul Router

Oggi spieghiamo come eseguire un test sulle porte aperte in modo da verificare quali porte sono aperte sul router.

A tutti sarà capitato di sentire da un amico esperto di informatica che è necessario aprire le porte del router per fare funzionare un certo programma. Cerchiamo quindi prima di spiegare cosa sono le porte di rete e a cosa servono.
Le porte di rete permettono al computer di effettuare più connessioni contemporaneamente.
Molti utilizzano più programmi che si collegano alla rete allo stesso tempo, per esempio un browser e un programma per scaricare. In una situazione di questo tipo, le due applicazioni saranno in ascolto su porte diverse, identificate da numeri differenti, in modo da ricevere solo i dati destinati a loro.
Le porte sono quindi lo strumento utilizzato per permettere a un computer di effettuare più connessioni verso altri dispositivi in contemporanea, facendo in modo che i dati siano indirizzati al processo che li sta aspettando.

Le porte devono quindi essere aperte quando si ha un programma in ascolto su una determinata porta che deve ricevere dati dalla rete passando attraverso il router.
Al router viene infatti assegnato un indirizzo IP pubblico dal provider e a questo indirizzo IP vengono inviati tutti i dati provenienti dall’esterno.
Aprendo le porte del router è possibile fare in modo che i dati indirizzati a quelle porte vengano inoltrati al computer.

Per aprire le porte del router è necessario accedere al pannello di controllo del dispositivo, la procedura varia quindi a seconda del modello che si utilizza.
Quello che vogliamo spiegare in questo articolo è però come verificare le porte aperte.

Controllare le porte aperte è utile, oltre che per individuare i motivi per cui un certo programma che necessità di ricevere dati dalla rete non funziona correttamente, anche per motivi di sicurezza.
Risulta infatti essere importante avere aperte solo le porte che servono, molto spesso gli attacchi informatici utilizzano porte aperte e non utilizzate che hanno vulnerabilità conosciute.

test porte aperte online

Per effettuare un test delle porte aperte è possibile utilizzare il servizio messo a disposizione dal sito Yougetsignal, uno strumento molto semplice da utilizzare.
La procedura da utilizzare è la seguente-
-Collegarsi al sito utilizzando il proprio browser.
-In Your external address viene visualizzato l’indirizzo IP pubblico, l’indirizzo utilizzato dal router per accedere alla rete.
-In Remote Address bisogna lasciare l’indirizzo IP mostrato, che è il proprio indirizzo IP mentre in Port Number è necessario inserire il numero di porta da testare.
Nella parte destra della pagina è mostrato un elenco delle porte più comuni con il numero e il relativo servizio associato.
-Per avviare il controllo è necessario cliccare il pulsante Check.
-Dopo qualche secondo viene mostrato il risultato, con l’informazione se la porta indicata è aperta o chiusa.

Il limite di questo servizio è che permette di controllare solo le singole porte specificate.
Risulta quindi essere utile per verificare se una determinata porta è aperta o chiusa ma non permette di visualizzare velocemente tutte le porte aperte sul router.

Un’alternativa per effettuare questo tipo di operazione è rappresentata da Grc ShieldsUP, un altro strumento da utilizzare tramite il browser.
-Accedere a questa pagina.
-Cliccare il pulsante Proceed mostrato nella pagina.
-Cliccare il pulsante All_Service_Ports presente nella nuova pagina mostrata.
-Viene avviato il controllo sull’indirizzo IP pubblico del router.
Al termine viene mostrato un grafico in cui ogni porta aperta è di colore rosso mentre le porte chiuse sono di colore verde.

verificare porte aperte online

Cliccando su una porta mostrata nel grafico è poi possibile ottenere una descrizione dettagliata del servizio associato in modo da capire se si ha bisogno che sia aperta.

Verificare le porte aperte è quindi piuttosto semplice.
Anche l’apertura e la chiusura delle porte non è complessa, per fare questo basta accedere al pannello di controllo del router.
Come detto in precedenza, la procedura varia però a seconda del modello di router e quindi bisogna fare riferimento al manuale per capire come eseguire l’operazione nel modo corretto.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.