Come Recuperare Mail Cancellate Online e sul Computer

In passato abbiamo spiegato come recuperare foto cancellate da SD, oggi vediamo invece come recuperare mail cancellate online e sul computer in modo semplice e veloce.

Se hai commesso un errore e hai involontariamente cancellato alcune mail importanti, non disperarti. Potrai recuperare tutto ciò che hai perso senza troppa fatica. Non importa la piattaforma che utilizzi per la tua posta elettronica, leggendo di seguito troverai di certo il modo per fare un recupero dei messaggi senza problemi.

Come Recuperare le Mail Cancellate Online da Gmail e Outlook

Se utilizzi Gmail, il servizio di posta elettronica di Google, collegati al sito e accedi al Cestino, utilizzando il meno presente nella barra laterale, nella parte sinistra della pagina. In quel contenitore vengono infatti raccolte tutte le mail che sono state eliminate per errore, o per una momentanea convinzione della loro inutilità. Per spostare un singolo messaggio, aprilo e clicca sul pulsante Sposta in, e scegli poi Posta in arrivo dal menu a tendina mostrata. Se invece le mail da recuperare sono più di una, basterà selezionarle con il segno di spunta nella casella posizionata vicino ai titoli e utilizzare il pulsante Sposta in, come indicato in precedenza.

come recuperare mail cancellate

Se utilizzi Outlook.com, il servizio di posta elettronica di Microsoft, la procedura da seguire risulta essere piuttosto simile. Puoi infatti recuperare tutti i messaggi eliminati per errore accedendo alla cartella Posta eliminata, tramite il menu presente nella parte sinistra della pagina che viene mostrato quando si accede alla propria casella di posta, e mettendo il segno di spunta a fianco di ogni mail che vuoi rivedere su Posta in arrivo. Una volta fatto questo basta accedere al menu Sposta in, che compare in alto, e selezionare Posta in arrivo.

recupero mail

Come Recuperare Mail Cancellate dal Computer Gratis

Easeus Data Recovery Wisard Free Edition è un programma gratis che può essere utilizzato per recuperare le mail cancellate dal computer, utile quando si usa un programma come Outlook o Mozilla Thunderbird per la gestione della posta elettronica. Il funzionamento di questo strumento è piuttosto semplice, come prima cosa bisogna accedere al sito ufficiale, scaricarlo e installarlo sul computer.
Una volta fatto questo, è possibile avviare il programma e scegliere l’opzione Mail tra quelle mostrate per il recupero dati.
In questo modo è possibile avviare una scansione dell’hard disk per individuare i file di posta che sono stati cancelalti, file in formati come Dbx e Eml.
Una volta completata la scansione, vengono mostrati i file individuati e risulta essere possibile selezionari e ripristinarli.
La versione gratis ha un limite, è possibile recuperare un massimo di 1GB di dati.

Recuva è uno dei programmi per recuperare file cancellati più conosciuti. Tra le funzionalità messe a disposizione dall’applicazione troviamo anche il recupero delle mail cancellate dai principali client di posta, come Outlook e Thunderbird.
Anche in questo caso la procedura da seguire è piuttosto semplice.
Basta avviare il programma, selezionare Mail come tipo di file da recuperar e avviare la scansione dell’hard disk.
La scansione è piuttosto veloce e, una volta completata, vengono mostrati i file che contengono messaggi di posta che possono essere recuperati.
I file possono poi essere selezionati e ripristinati nella cartella scelta.

Quando si parla di recupero dati dall’hard disk è sempre importante intervenire in modo veloce. Come abbiamo spiegato in passato, i file cancellati sono infatti disponibili fino a quando non vengono sovrascritti da nuovi dati. Intervenendo in modo veloce aumentano quindi le possibilità che il recupero dati abbia successo.

Molto importante è anche installare i programmi per recuperare i file cancellati in un hard disk diverso da quello in cui si trovano i dati da ripristinare, in modo da evitare di sovrascriverli e di rendere quindi impossibile il recupero dati.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

« Articolo Precedente

Articolo Successivo »