Schermata Blu Windows – Come Individuare il Problema e Trovare la Soluzione

In questo articolo segnaliamo alcuni programmi che è possibile utilizzare per individuare le cause di una schermata blu in Windows e trovare la soluzione.

Lavorando sul PC, sarà capitato a tutti di trovarsi a un crash del sistema operativo che si mostra con una schermata blu. Il problema può anche verificarsi nelle versioni più recenti del sistema operativo, come Windows 7 e Windows 8. Solitamente in questi casi gli utenti tentano un riavvio del computer, a volte si aggiusta tutto, altre volte no. Risulta però essere importante sapere quali strumenti è possibile utilizzare per capire le cause del problema.

schermata blu

Quando si verifica un crash, Windows crea un memory dump, un file nel quale sono contenuti i dati che si trovavano nella memoria nel momento in cui si è verificato il problema. Tramite questi dati è possibile capire cosa ha causato la schermata blu.
Questi file solitamente sono creati in C:\Windows\Minidump e C:\Windows\memory.dmp.

Analizzare questi file non è semplice, si tratta di un’operazione che richiede conoscenze avanzate e che quindi solitamente viene effettuata solo da utenti molto esperti.
Sono però disponibili alcuni programmi che permettono di analizzare in modo automatico i dati contenuti e di individuare le vause della schermata blu.

La prima soluzione è rappresentata da WhoCrashed, un’applicazione che permette di capire quale driver ha causato il crash di sistema.
Il funzionamento è molto semplice. Dopo che si è verificato un crash di sistema, basta riavviare il computer, avviare il programma e cliccare il pulsante Analyze.

schermata blu windows 8

Ovviamente non sempre l’applicazione riesce a trovare il problema, si tratta comunque di uno strumento utile da provare.

Per fare il modo che il programma funzioni, è necessario scaricare e installare sul proprio computer Microsoft Debugging Tool.
Si tratta di un programma gratis che può essere scaricato dal sito Microsoft.

Un altro strumento che è possibile utilizzare per individuare le cause di una schermata blu è BluScreenView, un programma gratis che analizza tutti i file dump presenti sul sistema e mostra informazioni utili.
Tra le informazioni visualizzate troviamo il nome del file, la data e l’ora del crash di sistema, il codice di errore, i dettagli relative al driver che può avere causato il problema.

schermata blu in windows

Ogni file mostrato nell’interfaccia può poi essere cliccato con il tasto sinistro del mouse in modo da visualizzare i dettagli.

Il programma non richiede l’installazione, può quindi essere archiviato su una chiavetta Usb e utilizzato in modo molto veloce.

In precedenza abbiamo parlato dei Debugging Tools, questo è in effetti il migliore strumento per l’analisi dei crash di sistema, risulta però essere più complesso da utilizzare rispetto ai due programmi segnalati in precedenza.

Spieghiamo brevemente come funziona e come utilizzarlo.

Come prima cosa bisogna scaricare il programma dal sito Microsoft, tramite il link indicato in precedenza, e installarlo, seguendo la procedura guidata che viene mostrata.
Una volta completata l’installazione, è possibile avviare l’applicazione tramite il menu di avvio di Windows.

La prima cosa da fare è configurare i symbol di Windows.
I symbol sono prodotti durante la compilazione di un programma e permettono di associare gli indirizzi di memoria ai programmi e alle funzioni che li stavano utilizzando e sono quindi indispensabili nella fase di debug.

Per impostare WinDbg in modo che i symbol di Windows vengano scaricati automaticamente è necessario accedere al menu FileSymbol File Path e inserire nella finestra che viene aperta la stringa SRV*c:\symbols cache*http://msdl.microsoft.com/download/symbols sostituendo a c:\symbols il percorso in cui si vogliono scaricare i symbol.

schermata blu windows online

Una volta fatto questo è possibile aprire il memory dump da analizzare accedendo al menu FileOpen Crash Dump e selezionando il file presente sul computer, solitamente in C:\Windows\memory.dmp.

Il programma esegue quindi un’analisi veloce del file e individua il tipo di errore.
Utilizzando !analyze -v è poi possibile visualizzare informazioni dettagliate sullo stato del sistema nel momento in cui si è verificato il crash di sistema.

Come abbiamo spiegato prima, interpretare i dati non è semplice per un normale utente.
Tra le informazioni utili segnaliamo DEFAULT_BUCKET_ID che indica la categoria dell’errore e IMAGE_NAME che mostra cosa ha causato la schermata blu.
Se il problema è causato da un driver, come succede molto spesso, troveremo DRIVER_FAULT in DEFAULT_BUCKET_ID e il nome della dll associata al driver in IMAGE_NAME.

Maggiori informazioni sul funzionamento di WinDbg sono presenti sul sito Microsoft, si tratta comunque di uno strumento consigliato solo agli utenti più esperti.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.