Come Andare a Capo in una Cella Excel

Se siete abbastanza nuovi nell’utilizzo di Excel, vi sarà sicuramente capitato un piccolo inconveniente. Nello specifico ci riferiamo all’esigenza di scrivere dei testi su più righe. Fino a questo punto nulla d’incomprensibile o problematico. La questione, però, si fa più complessa quando, premendo Invio per andare a capo, ci si trova diretti automaticamente verso una cartella diversa.

Vediamo cosa fare a questo punto, oltre a ammettere di avere una conoscenza relativa di Excel. Nulla di troppo complicato. In effetti, la soluzione è più semplice di quanto non possa sembrare a prima vista, basta digitare la giusta combinazione Un’altra possibilità, poi, è configurare nel modo migliore le proprietà del foglio di calcolo. A questo punto, però, andiamo a vedere nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

come-andare-a-capo-in-una-cella-excel

Prima di tutto iniziamo facendo una distinzione necessaria tra Windows e Mac, visto che si richiede un intervento diverso.

Iniziamo, però, dal Pc. In questo caso, per prima cosa, si deve avviare il programma attraverso l’icona che si trova nel menu Start di Windows. Fatto questo, aprite un file già esistente oppure selezionatene uno nuovo. Il passo successivo è quello di cliccare sulla cella dove si vuole porre il testo mettendolo, però, su più righe. Iniziate a scrivere e, quando arrivate al punto in cui si vuole andare a capo, basta ricorrere alla tastiera del proprio PC per digitare contemporaneamente i tasti Alt e Invio. Con un semplice gesto si scoprirà di poter continuare a scrivere su di una riga diversa.

A questo punto, però, potrebbe subentrare un’altra necessità, ossia quella di ridimensionare la cella per renderla uniforme con il resto del foglio. Per ottenere l’effetto di ridimensionamento basta cliccare sul separatore che si trova fra la lettera della cella su cui si sta lavorando e la successiva. Nello specifico si intende lo spazio che si trova nella parte alta della finestra di Excel. Comunque sia, fatto questo, è possibile agire sulle dimensioni della cella semplicemente tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse. Come avete visto bastano veramente poche mosse per ottenere il risultato desiderato. Nonostante questo, però, potrebbe essere una perdita di tempo dovere agire sempre sulla tastiera ogni volta che si intende andare a capo. Per chi, però, ha esigenze di fretta e scorrevolezza del lavoro, il programma mette a disposizione un’opzione particolarmente efficace. Basta selezionare con il mouse tutte le celle in cui si vuole agire e, poi, cliccare sul pulsante Testo a capo. Questo si trova nella scheda Home della barra degli strumenti. In questo modo, dunque, sarà possibile andare a capo in modo del tutto automatico.

Oltre a questo metodo, però esiste anche un’altra alternativa grazie alla quale si ottiene lo stesso risultato, ossia agire direttamente sulla dimensione delle celle. Basta collocare il mouse sulla cella cui siamo interessati, cliccare con il tasto a destra e scegliere la voce Formato celle dal menu che compare. Di seguito, poi, si devono selezionare le voci Allineamento e Testo a capo. Premete Ok e tutte le nuove impostazioni sono state salvate.

Per quanto riguarda invece il MAC, la tecnica non è poi così diversa. Dunque, nel caso abbiate intenzione di inserire un testo all’interno di una determinata cella e volete andare a capo al suo interno, proprio come descritto in precedenza, basta cliccare contemporaneamente Alt e Invio. Nel caso, poi, si voglia ottenere questo effetto per più celle allo stesso tempo, allora si può selezionare queste e poi cliccare sul pulsante Testo a capo che si trova nella scheda Home. Così facendo il testo contenuto nelle celle sarà predisposto automaticamente su più righe. Per finire, poi, si può agire sulle dimensioni stesse delle celle, cliccando con il tasto destro del mouse . Dopo di che basta selezionare Allineamento e Testo a capo. Per concludere il tutto ricordatevi sempre di cliccare Ok.

Andare a capo in una cella Excel è quindi semplice.

Come Affiancare Due Fogli Excel

In questa guida spieghiamo come affiancare due fogli Excel. Consideriamo una situazione ipotetica. Da poco tempo avete iniziato a lavorare in uno studio di commercialisti o come contabili, il che significa dovere utilizzare molto spesso Excel per aggiornare dati e cifre. Questo non è certo un problema, visto che, se avete superato le selezioni, sapete come utilizzare lo strumento. Questo, però, non significa necessariamente avere la padronanza di qualsiasi elemento, specialmente quelli meno utilizzati, per svolgere al meglio e in modo veloce alcune operazioni. Quindi, non è da escludere la possibilità di trovarsi di fronte a un problema di cui non si conosce la soluzione immediata. Almeno non lo per tutti quelli che si trovano a lavorare quotidianamente con Excel.

Tutto questo per dire che, nel caso vi trovaste di fronte alla necessità di affiancare due fogli di calcolo e non abbiate la minima idea di cosa fare, questa guida potrebbe essere utile. Partiamo da questo tipo di situazione, un file con tabella numerica e un altro con un grafico. Per iniziare il lavoro è necessario che entrambi vengano aperti, una volta fatto questo bisogna selezionare Visualizza, che si trova nella barra del menu, e cliccare sull’icona che mostra due fogli affiancati.

come affiancare due fogli excel

In questo caso il sistema ha aperto i due file, posizionandoli uno sopra e uno sotto. Se, però, desideriamo ottenere una disposizione diversa, è possibile averla con dei passaggi altrettanto semplici e immediati. Basta cliccare sulla voce Disponi tutto e selezionare il tipo di disposizione che si vuole.

A questo punto, però, vediamo cosa fare se si intende tornare indietro. Se si desidera tornare a vedere un file alla volta, basta tornare a cliccare sul comando che avete selezionato prima per ottenere l’affiancamento. Fatto questo, poi, vi troverete a vedere i fogli di calcolo di Excel uno per volta e separati.

Possiamo dire che si tratta di una condizione, quella dell’affiancamento, che può essere revocata in qualsiasi momento vogliate. Come potete vedere, dunque, il più delle volte i dubbi che ci accompagnano riguardo l’utilizzo di alcuni programmi fondamentali per il nostro lavoro quotidiano, hanno delle soluzioni molto semplici e immediate. Il consiglio finale, poi, è quello di sperimentare sul computer di casa eventuali situazioni e problematiche che si possono presentare.

Come Arrotondare in Excel

In questa guida spieghiamo come arrotondare in Excel.

Molti dichiarano di sapere utilizzare Excel alla perfezione. In pochi, però, conoscono veramente tutti i segreti di questo strumento. Per questo motivo potrebbe essere particolarmente utile, per esempio, capire come riuscire a arrotondare le cifre con Excel. La necessità potrebbe presentarsi nel momento in cui ci viene affidato un foglio di calcolo con decimali da dovere arrotondare. La richiesta potrebbe metterci in difficoltà, ma consideriamo che Excel offre infinite soluzioni di calcolo automatico e molte di queste prevedono anche i numeri con decimali. Tutto consiste nel sapere esattamente quali passi compiere.

come arrotondare in excel

Per prima cosa, bisogna fare una distinzione tra le cifre già presenti nel foglio di calcolo e quelle da aggiungere successivamente. Iniziamo dal primo caso. Come passo iniziale bisogna evidenziare la cella dove si desidera ottenere il numero arrotondato. Una volta fatto questo, si deve digitare una formula precisa equivalente a =ARROTONDA.PER.ECC(B1;0). Fate attenzione, però, perché al posto di B1 si devono indicare l’indicazione della cella dove si trova la cifra su cui lavorare. Inseriti questi dati, poi, basta digitare Invio sulla tastiera del vostro Pc. In pochi passaggi avrete il numero arrotondato per eccesso. Nel caso, però, dobbiate arrotondare per difetto, basterà utilizzare una formula come =ARROTONDA.PER.DIF(B1;0). Anche in questo caso al posto di B1 dovranno essere inseriti le indicazioni della cella dove si trova il numero da arrotondare.

Le operazioni descritte prevedono di non considerare i decimali, vediamo cosa fare nel caso questi debbano essere conteggiati. La soluzione è rappresentata dall’arrotondamento al centesimo successivo con due cifre decimali. Anche in questo caso arriva in aiuto una formula, =ARROTONDA.PER.ECC(B1;2). Se, invece, si deve arrotondare per difetto mantenendo i decimali, fate riferimento a =ARROTONDA.PER.DIF(B1;2).

Tutte le formule considerate fino a questo punto possono essere utilizzate anche per arrotondare delle cifre che non sono già presenti nel foglio di calcolo. Per ottenere il risultato desiderato, infatti, è sufficiente sostituire a B1 la cifra vera e propria e non le coordinate, come abbiamo fatto fino ad ora. Per finire, se si presenta l’esigenza di arrotondare tutte le cifre di una colonna o di una riga, basta selezionare la parte desiderata e cliccare sul pulsante Diminuisci decimali che si trova nella sezione Numeri tra le altre voci della barra degli strumenti.

Page 1 of 239123Next »Last »